Banner
Base bibliográfica geral
Registos: 1 - 6 de um total de 6
O meu comentário Facebook Twitter LinkedIN
Título: Tecniche premiali fra diritto e processo penale
Autor(es): Domenico Pulitanò
Publicado em: In: "Rivista Italiana di Diritto e Procedura Penale", Milano, A. 29, (4), Ottobre-Dicembre 1986, p. 1005-1041.
Assuntos: Direito processual penal | Itália
Veja também: Pulitanò, Domenico
Localização: PP.36 (CEJ)

O meu comentário Facebook Twitter LinkedIN
Título: Sulla pena : fra teoria, principi e politica
Autor(es): Domenico Pulitanò
Resumo: Presupposta la necessità di un diritto criminale/penale, elemento del monopolio statuale della forza, nei principi costituzionali sulla pena sono elementi di novità l' attenzione alle condizioni materiali del punire, e l' idea rieducativa, che apre la prospettiva della pena come percorso flessibile. La moralità del diritto penale è la 'moralità del principio responsabilità': l' aspetto precettivo, la funzione di guida dei comportamenti. La corretezza giuridica e la sostenibilità etico-politica del giudizio di responsabilità sono condizioni necessarie, ma non condizioni sufficienti della giustizia delle conseguenze penali. La 'giustizia del giudizio' (e prima ancora, dei precetti) esige requisiti stringenti di razionalità e di sostenibilità etico-politica. La 'giustizia delle risposte al reato' (nella legge e nel law enforcement) deve comunque confrontarsi con la specifica problematicità del punire, anche là dove non sia in discussione la giustizia del giudizio sul commesso reato
Publicado em: In: Rivista italiana di diritto e procedura penale. - Milano : Dott. A. Giuffré Editore. - A. 59, n.º 2 (abr.-jun. 2016), p. 641-669
Assuntos: Direito processual penal | Direito penal | Teoria da pena | Teoria do crime | Aplicação da lei | Aplicação da pena | Princípios constitucionais
Veja também: Pulitanò, Domenico
Localização: PP.36 (CEJ)

O meu comentário Facebook Twitter LinkedIN
Título: Quale scienza del diritto penale ?
Autor(es): Domenico Pulitanò
Publicado em: In: "Rivista italiana di diritto e procedura penale", Milano, A. 36, (4), Ottobre-Dicembre 1993, p. 1209-1237.
Assuntos: Direito penal | Teoria do crime | Política criminal
Veja também: Pulitanò, Domenico
Localização: PP.36 (CEJ)

O meu comentário Facebook Twitter LinkedIN
Título: Misure di prevenzione e problema della prevenzione
Autor(es): Domenico Pulitanò
Resumo: I problemi attuali di prevenzione o sicurezza dal rischio criminale non trovano una risposta accettabile nelle misure di prevenzione personale della legislazione italiana, le quali, pur dopo le riforme succedutesi nel tempo, presentano deficit di tassatività sia dei presupposti d'applicazione che dei contenuti. La loro legittimità costituzionale, da sempre messa in discussione dalla dottrina, è messa in dubbio dalla recente giurisprudenza della Corte EDU. Misure coercitive diverse dalla pena possono essere legittimate, nel vigente sistema costituzionale, come misure di sicurezza, su presupposti legalmente ben definiti e con contenuti mirati su tipologie specifiche di criminalità
Publicado em: In: Rivista italiana di diritto e procedura penale . - Milano : Dott. A. Giuffré Editore. - A. 60, n.º 2 (abr.-jun. 2017), p. 637-660
Assuntos: Direito processual penal | Direito penal | Medidas de prevenção pessoal | Prevenção e segurança
Veja também: Pulitanò, Domenico
Localização: PP.36 (CEJ)

O meu comentário Facebook Twitter LinkedIN
Título: La giustizia penale alla prova del fuoco
Autor(es): Domenico Pulitanò
Publicado em: In: "Rivista italiana di diritto e procedura penale", Milano, A. 40, (1), Gennaio-Marzo 1997, p. 3-41.
Assuntos: Justiça penal | Corrupção | Itália
Veja também: Pulitanò, Domenico
Localização: PP.36 (CEJ)

O meu comentário Facebook Twitter LinkedIN
Título: Crisi della legalità e confronto con la giurisprudenza
Autor(es): Domenico Pulitanò
Resumo: In una riflessione sulla crisi della legalità la giurisprudenza e luogo di possibile crisi, formante e non già fonte in un sistema retto dal principio di legalità (importanti indicazioni da Corte Cost. n. 230/12). Ha radice nella struttura stessa del law enforcement penalistico il rischio di autoritarismo ben intenzionato, motivato da intendimenti di tutela di dati interessi, ravvisabile in interpretazioni e applicazioni estensive di fattispecie di delitto o di istituti di parte generale, e in resistenze a seguire criteri di rigore probatorio pur affermati dalla Corte di cassazione, ma talora ridotti a formule retoriche. Occorre considerare il 'formante' giurisprudenziale come un possibile deformante della legalità, e riconoscere alle parti il diritto di contestare, con onere di adeguata motivazione e diritto a motivata risposta, la autorevolezza o plausibilità sostanziale di precedenti giurisprudenziali più o meno consolidati, o di un diritto vivente o ritenuto tale
Publicado em: In: Rivista italiana di diritto e procedura penale. - Milano : Dott. A. Giuffré Editore. - A. 58, n.º 1 (jan.-mar. 2015), p. 29-58
Assuntos: Direito processual penal | Jurisprudência | Princípio da legalidade
Veja também: Pulitanò, Domenico
Localização: PP.36 (CEJ)