100   ^a20141030d2013    k  y0porb0103    ba
101 0 ^aita
102   ^aIT
200 1 ^aNoterelle «controcorrente» in tema di arbitrato e litisconsorte non compromittente^fVittorio Colesanti
330   ^a1. Il problema del litisconsorte (necessario) estraneo alla convenzione d'arbitrato. - 2. La disarmonia emergente e le diverse soluzioni in sede giudiziaria e arbitrale. - 3. Autorevoli "risalenti" visioni circa la sorte del patto cui non partecipi chi sia da vedere come litisconsorte. - 4. Alcuni cenni sull'interesse destato dalla posizione dei terzi di fronte all'arbitrato. - 5. Le nuove disposizioni degli artt. 816 quater e quinquies c.p.c. - 6. L'esigenza di un coordinamento tra le due disposizioni. 7. - La convenzione d'arbitrato e l'attribuzione agli arbitri della potestas judicandi. - 8. Viene meno il principio consensualistico come fondamento dell'arbitrato? - 9. La recente idea di una presunzione assoluta di consenso unanime. - 10. L'antico suggerimento di Carnacini e la sua traduzione in norma positiva. - 11. Rilievi conclusivi: "o gran bontà de' cavalieri antiqui!"
461  1^tRivista di diritto processuale^cPadova^bCedam^pp. 791-806^vA. 68, nºs 4-5 (jul.-out. 2013)
606   ^aDireito processual civil
606   ^aLitisconsórcio
606   ^aArbitragem
700  1^aColesanti,^bVittorio
920 n
921 a
922 a
923  
924  
925  
931 20141030
932 d
936 y
937 0
938 ba
966   ^lCEJ^sPP.14^120111019