100   ^a20120516d2011    k  y0porb0103    ba
101 0 ^aita
102   ^aIT
200 1 ^aSulla progettata riforma della costituzione^fGiorgio Marinucci
330   ^a1. Le "ragioni della riforma". 2. Contraddizioni e lacune della proposta "separazione delle carriere". 3. Caduta la "separazione delle carriere", cade anche la progettata divisione del Consiglio Superiore della magistratura. 4 Autoconfutazione del progettato inquadramento del pubblico ministero come "Ufficio". 5. Attentati della maggioranza parlamentare all'indipendenza dei pubblici ministeri. 7 L'inappellabilità delle pronunce di proscioglimento già "cassata" dalla Corte Costituzionale. 
461  1^tRivista italiana di diritto e procedura penale^cMilano^bDott. A. Giuffré Editore^d[1957]-    ^pp. 1360-1368^vA. 54, Nº 4 (Out.-Dez. 2011)
606   ^aDireito processual penal
606   ^aRevisão constitucional
606   ^aSeparação de poderes
606   ^aMagistrado
606   ^aMinistério Público
700  1^aMarinucci,^bGiorgio
920 n
921 a
922 a
923  
924  
925  
931 20120516
932 d
936 y
937 0
938 ba
966   ^lCEJ^sPP.36^120120516