100   ^a20111019d2011    k  y0porb0103    ba
101 0 ^aita
102   ^aIT
200 1 ^aPer uno statuto giuridico del mediatore^fFilippo Danovi
330   ^aI. Premessa. - 2. Complessità ed eterogeneità delle fonti di riferimento. - 3. Mediazione e conciliazione. - 4. II mediatore e I'organismo. - 5. Compiti dei mediatore e metodologie utilizzate. - 6. Le caratteristiche dei mediatore: terzietà, neutralità e indipendenza. - 7. (Segue) L'imparzialità. - 8. Il dovere di competenza. - 9. Dovere di competenza e trasparenza. - lO. Ulteriori declinazioni del dovere di competenza. - li. Il dovere di riservatezza: profili generali. - 12. (Segue) Estrinsecazioni del dovere di riservatezza. - 13. In particolare: dovere di riservatezza interna e caucuses. - 14. Limiti alla riservatezza. - 15. (Segue) riservatezza, segreto professionale, divieto di utilizzo in sede giudiziale. - 16. Etica e deontologia dei mediatore.
461  1^tRivista di diritto processuale^cPadova^bCedam^vA. 66, n.º 4 (Jul.-Ago. 2011)^pp. 771-790
606   ^aDireito processual
606   ^aEstatuto jurídico
606   ^aMediação
607   ^aItália
700  1^aDanovi,^bFilippo
920 n
921 a
922 a
923  
924  
925  
931 20111019
932 d
933 2011
934     
935 k  
936 y
937 0
938 ba
966   ^lCEJ^sPP.14^120111019